29/05/2018
Targa prova: solo sulle auto nuove da immatricolare

Riportiamo quanto pubblicato oggi martedì 29 maggio 2018 sul sito dell'Associazione Artigiani, sul quotidiano L'Adige a pag. 10 e sul Trentino a pag. 20 circa l'uso della targa prova.

Secondo il Ministero dell’Interno la targa prova si potrà usare solo sulle auto nuove da immatricolare. È questo quanto è emerso dalla recente circolare che stabilisce come “l'autorizzazione alla circolazione di prova di cui all'art. 98 C.d.S. abbia il solo scopo di evitare di munire della carta di circolazione un veicolo che circola su strada”.

“Centinaia di autoriparatori in Trentino e migliaia in Italia vedranno fortemente limitata la possibilità di provare i veicoli riparati, o meglio, dovranno provare i veicoli “usando” l’assicurazione del proprietario della vettura e non potranno più utilizzare la targa prova”.

Così si esprime preoccupato il Presidente dei Carrozzieri Melzani, cui si aggiungono le preoccupazioni del Presidente dei Meccatronici Giacomini: “Questa indicazione del Ministero dell’Interno renderà di fatto inutile la targa prova che serviva a coprire dal punto di vista assicurativo il veicolo durante le prove su strada degli autoriparatori per verificare la bontà della riparazione”.

È evidente che questo provvedimento metterà in seria difficoltà tutte le imprese del mondo dell’autoriparazione, situazione considerata inaccettabile da parte dell’Associazione Artigiani.

Melzani conclude auspicando una rapida soluzione della problematica, mentre Confartigianato a livello nazionale si è già mossa con il Ministero per capire se sia possibile correre ai ripari e correggere il tiro di questa circolare.


Riferimento per la notizia

ASSOCIAZIONE ARTIGIANI TRENTO

 

ULTIME NOTIZIE
16/11/2018
I numeri sono ancora ridotti rispetto al circolante totale, ma il trend delle auto elettriche è in continua crescita: lo rivela il Centro Studi Continental che ha condotto una ricerca elaborando i dati Aci.
23/10/2018
E’ partito il countdown all'ora X dell'inverno per gli automobilisti: dal 15 novembre, e per i successivi cinque mesi, tutte le auto dovranno avere pneumatici invernali (o almeno le catene a bordo) per poter circolare evitando sanzioni e multe (si parte da 41 euro nei centri abitati, 84 al di fuori, fino a oltre 300 euro in autostrada e addio a tre punti della patente).
23/10/2018
La nuova proposta in merito all’omogeneizzazione dei premi assicurativi in tutta Italia, la cosiddetta Rc auto equa, contenuta nella manovra 2019 del Governo, sta accendendo il dibattito. L’obiettivo di questo provvedimento è quello di eliminare il gap tra diverse regioni relativo al costo che l’automobilista deve sostenere per assicurare il proprio veicolo.
06/08/2018
La Commissione Trasporti della Camera ha approvato il disegno di legge che prevede l'obbligo di montare i seggiolini salva bebè, con dispositivi acustici che ricordino la presenza del bambino a bordo dell'auto.
06/06/2018
Le sempre più stringenti normative in tema di emissioni stanno minando il futuro del diesel. Con l’introduzione delle nuove norme europee RDE (Real Driving Emissions) è stata introdotta una stretta che mira ad un sostanziale blocco per le auto diesel dal 2020.